Recensione coltello CDS Axarquia

Recensione coltello CDS Axarquia

1

Questo coltello non molto conosciuto e diffuso in Italia, è prodotto in Spagna dalla C.D.S. una giovane azienda con sede ad Albacete, località da sempre legata alla produzione di lame. Il nome di questo modello deriva da una regione storica dell’Andalusia nella zona di Malaga.

b

L’Axarquia è un coltello compatto di tipo full-tang (full flat), la lunghezza totale è di 220 mm la lama è in acciaio inox Mo-Va 58 ed è lunga 105 mm, con uno spessore di 5 mm. Il peso del coltello (senza il fodero) è di circa 350 gr.

La lama è ben bilanciata e dotata di una parte zigrinata dove poggiare il pollice per garantire una migliore trazione, specie quando si eseguono lavori di punta.

L’impugnatura è in micarta, un materiale molto resistente composto da carta o tessuti e resine e risulta, durante l’uso, molto comoda e “grippante”.

Il fodero è in cuoio ed ingloba molto bene il coltello lasciando fuoriuscire solo una piccola parte del manico. Oltre alla fibbia per portarlo lungo la gamba sono presenti altre due fibbie che avvolgono trasversalmente il fodero e permettono di portarlo anche in modalità orizzontale.

E’ presente un bottone che blocca il coltello nel fodero impedendone qualsiasi movimento e la possibilità che fuoriesca accidentalmente.
Il fodero è dotato di un passante porta acciarino e non vi è una tasca per portare con se un attrezzo per affilare o un piccolo kit da sopravvivenza, ma la presenza delle fibbie permette di fissarvi facilmente un piccolo taschino e di separarlo all’occorrenza dal fodero. Io ho aggiunto, con un ulteriore passante removibile un piccolo contenitore contenete dell’esca alla vasellina.

4

Veniamo adesso alle impressioni derivanti dalle prove sul campo, nonostante le sue piccole dimensioni, sfruttando il suo spessore generoso, lo trovo molto utile nel batoning mentre appare certamente non proprio efficace nel chopping.

Tralasciando le operazioni per cui non nasce espressamente lo trovo molto performante nei lavori “di fino” si esprime certamente bene nel taglio anche dei materiali più morbidi (come i generi alimentari) e nella realizzazioni di piccoli lavori su legno come la truciolatura e la realizzazione di incastri e punte.

Il coltello non arriva con un affilatura a “rasoio” ma una volta affilato, magari da un professionista del settore, mantiene il filo molto a lungo.

Veniamo adesso a due piccole pecche che potevano essere facilmente evitate, la prima riguarda l’impossibilità di cambiare le guancette dell’impugnatura che appaiono fissate con rivetti, la seconda riguarda invece il bottone d’arresto del fodero che durante l’estrazione del coltello graffia sistematicamente la lama.

Il costo di questo bel coltello non è proprio basso ne certamente ai livelli di un Mora Robust, potendosi acquistare a circa 70,00 Euro, in ogni caso credo sia ancora un livello di spesa accettabile per un coltello che va realmente usato, anche duramente, nel corso delle nostre escursioni.

Avatar

admin

Un pensiero su “Recensione coltello CDS Axarquia

Rispondi la tua opinione è importante !